Siamo vicini a te

La Nostra Storia

inizia tempo fa

In quel lontano undici ottobre del 1885

ad Albonese, piccolo centro della Lomellina, in provincia di Pavia, nessuno avrebbe potuto immaginare che quella bambina appena nata, battezzata Enrica Amiotti, avrebbe lavorato per più di quarantasette anni come maestra, diventando ottantacinque anni dopo l’ispirazione per suo fratello Luigi Amiotti, che ha deciso di onorare la sua memoria dando vita a una Fondazione dedicata alla progettazione e all’interlocuzione attiva con docenti, dirigenti ed educatori per l’innovazione nella scuola italiana.

Nell’ultimo decennio La Fondazione Enrica Amiotti ha accresciuto il proprio impegno e capacità nell’incidere sulla qualità della Scuola Statale italiana, sollecitando e ispirando l’innovazione didattica “dal basso”, attraverso l’evoluzione della natura dei propri bandi e attività a favore degli insegnanti, premiando:

  • Dagli anni ’70 fino al 2006: singoli insegnanti con premi “alla carriera”, su segnalazione dei Provveditorati agli Studi.
  • Dal 2007 al 2010: singoli insegnanti o piccoli team di docenti per progetti documentati e già realizzati, con particolare riferimento a temi interculturali per favorire l’inclusione dei bambini stranieri, pur non rinunciando ad innalzare il livello degli standard educativi per tutti gli alunni, in collaborazione con Fondazione Ismu.
  • Dal 2011 al 2015: piccoli team di insegnanti per progetti educativi ispirati e seguiti nel corso della loro realizzazione dalla Fondazione stessa, su tre aree tematiche:
    1. pari opportunità di genere  in ambito multiculturale (Progetto IBIDeM), in collaborazione con Fondazione Ismu
    2. didattica digitale applicata alla matematica, alle scienze e alle lingue straniere (“Concorso di idee per la Didattica Digitale”), con integrazioni tra strumenti, contenuti e reti digitali e forme teatrali ed espressive, robotica didattica, gemellaggi, ecc.
    3. project management:  per guidare bambini e docenti nella realizzazione di un progetto.

Dal 2012 ha sviluppato anche iniziative di documentazione e formazione a favore degli insegnanti:

Il Dossier Digitale IBIDeM (Io Bambina Io Donna e Maestra), che raccoglie le esperienze in tema di pari opportunità di genere di 10 scuole in tutta Italia, realizzato in collaborazione con Fondazione Ismu.

PADDI – Patente per la Didattica Digitale, corso on line sulle tecnologie, reti e contenuti digitali per la Scuola del Primo Ciclo, con enfasi sulla “libera conoscenza” (open source), in collaborazione con AICA e Accademia per l’HW e il SW libero “Adriano Olivetti”.

Il dossier digitale del progetto “Didattica del Fare – Fare per Includere” che raccoglie e sistematizza le osservazioni fatte su 8 metodi didattici laboratoriali in 4 scuole di Milano (2), Perugia e Napoli Scampia, a cui si sta per aggiungere il dossier relativo all’attività 2015 in altre 6 scuole (nelle provincie di Verbania, Genova, Livorno, Perugia (2) e Matera): i metodi – quasi tutti documentati su Rinascimente TV – spaziano dal circo all’orto didattico, dalla filosofia per bambini al teatro in inglese, da un diverso approccio alla studio della storia attraverso, ad es., la costruzione e decorazione di “tombe egizie” nei seminterrati della scuola, alla matematica fuori dalla classe, dall’utilizzo del territorio per fare didattica attiva, come nel caso dei progetti ”Art’in spiaggia” e “un Banco all’Opera”.

Dall’A.S. 2016 al 2020: nuovi corsi riconosciuti dal MIUR, svolti prima in collaborazione con l’Associazione Educatori Rinascimente e poi con l’Associazione Scuola Oltre.

Una presentazione più ampia della storia e delle attività della Fondazione Enrica Amiotti, dal 1970 ad oggi, è scaricabile al seguente link: