Curricolo, Relazioni e Spazi educativi. Idee e pratiche di scuola di prossimità

Curricolo, Relazioni e Spazi educativi. Idee e pratiche di scuola di prossimità

0,00

Description

Informazioni sul corso di Piccole Scuole Indire:

Ambito formativo

Ambiti trasversali:

  • Didattica e metodologie
  • Metodologie e attività laboratoriali
  • Innovazione didattica e didattica digitale

Ambiti specifici:

  • Inclusione scolastica e sociale
  • Problemi della valutazione individuale e di sistema
  • Sviluppo della cultura digitale ed educazione ai media

Formatore/i:

Biografia dei ricercatori Indire

 

Giuseppina Rita Jose Mangione

Ricercatore Indire, Phd in Telematica e Società dell’Informazione. Si occupa di processi di supporto all’innovazione nella piccola scuola con attenzione alla documentazione delle pratiche e alla sperimentazione di soluzioni che valorizzano il rapporto tra scuola e territorio, pluriclassi e forme di didattica a distanza per le classi aperte. Responsabile della struttura di ricerca “Innovazione metodologica e organizzativa nelle scuole piccole”.

 

Giuseppina Cannella

Ricercatrice Indire. Svolge attività di ricerca e gestione dei progetti di ricerca con scuole del primo ciclo, accompagnandole nei processi di innovazione didattica. Gli interessi di ricerca per le nuove tecnologie in classe sono state avviate con il progetto “Classi 2.0” che è stato anche oggetto del suo PhD. L’applicazione delle tecnologie l’ha vista impegnata in ricerche orientate ad indagare modalità per superare l’isolamento geografico e culturale in contesti scolastici isolati dove sono prevalentemente situate le piccole scuole italiane. Dal 2013 le sue ricerche sono orientate ad indagare il rapporto tra gli spazi fisici in relazione ai processi di apprendimento.

 

Stefania Chipa

Ricercatrice Indire, la sua attività di ricerca è incentrata sull’analisi dei processi di innovazione didattica nelle scuole di piccole dimensioni, con particolare attenzione alle dimensioni dello spazio e del tempo. Si occupa di architetture scolastiche e di Service Learning, nella prospettiva di una scuola intesa come comunità di apprendimento.

 

Maeca Garzia

Dottore di Ricerca in Pedagogia Interculturale, ricercatrice Indire. Si occupa di potenziamento della Competenza Geometrica attraverso percorsi di didattica laboratoriale della geometria implicanti l’utilizzo della Stampante 3D sin dalla scuola dell’Infanzia. Per quanto riguarda le Piccole Scuole, attraverso percorsi formativi e di sperimentazione, cura metodologie didattiche inclusive e facilitanti i processi attentivi degli alunni, indicate anche per le pluriclassi.

 

Francesca De Santis

Collaboratore tecnico di ricerca Indire, la sua attività di ricerca si rivolge all’analisi dei processi di innovazione nella scuola di piccole dimensioni e alla documentazione delle pratiche didattiche. Si occupa anche di didattica laboratoriale e innovazione del curricolo nell’area scientifica.

 

Laura Parigi

Ricercatrice INDIRE, si è occupata di documentazione delle pratiche educative, modelli di formazione e di co-ricerca per gli insegnanti in servizio. Attualmente si occupa di libri di testo e di pratiche dialogiche nella didattica della scuola primaria e secondaria di primo grado.

 

Michelle Pieri

Ricercatrice presso Indire, Phd, è specializzata in Analisi e gestione della comunicazione pubblica e d’impresa, Insegnamento secondario e Tecnologie per l’autonomia e l’inclusione sociale delle persone con disabilità. Dal 2015 si occupa di piccole scuole, in questi anni ha partecipato alla ricerca azione in Piemonte che ha portato alla creazione del modello “Piccola scuola come comunità educante” e si è dedicata allo studio dei rapporti scuola-casa nelle piccole scuole. In collaborazione con il Québec sta lavorando all’implementazione del modello “École Éloignée en Réseau” in Italia, questo modello è finalizzato alla messa in pratica di specifiche forme di didattica a distanza per classi aperte.

 

Rudi Bartolini

Ricercatore Indire, si occupa di innovazione nella scuola e della sua documentazione. Sta studiando il fenomeno delle piccole scuole, indagando il contesto territoriale e socio-economico in cui agiscono e il rapporto fra contenuti didattici digitali e curricolo.

 

Alessandra Anichini

Ricercatrice presso Indire, Ph in Pedagogia presso l’Università di Firenze, si occupa da anni di testualità digitale. Dopo una lunga esperienza all’interno di Indire come progettista di ambienti di formazione online per studenti, dal 2014 è impegnata nel progetto Avanguardie Educative dove segue in particolare le sperimentazioni delle scuole in relazione all’utilizzo dei libri di testo e alla produzione di contenuti didattici digitali. Su questo tema collabora anche con il progetto Piccole Scuole. Appassionata di storia del libro, ha pubblicato di recente “Lo straniero di carta” un’analisi di volumi dedicati all’infanzia tra Otto e Novecento in cui si affronta il tema della diversità e dello straniero.

 

Ospiti (Docenti, Dirigenti, Educatori)

Vittoria Volterrani, IC Bobbio

Ilaria Manfredi, IC Bobbio

Marzio Cresci, Direttore Museo Remiero

Novella Lensi, Docente IC Capraia e Limite

Massimo Belardinelli, DS Circolo Didattico San Filippo (Città di Castello)

Emanuela Gherardini, Giulia Gabellini, docenti Circolo Didattico San Filippo (Città di Castello)

Salucci, docente IC Tramonti

Luisa Milo, Reggente IC Tramonti

 

È parte integrante del Modulo formativo Curricolo, Relazioni e Spazi educativi. Idee e pratiche di scuola di prossimità il seminario realizzato all’interno del Convegno “La scuola nel territorio per costruire benessere e cultura civile” , dal titolo “Le Comunità Educanti oltre la crisi: Bellezza,  Cittadinanza e Cura previsto il 3 dicembre organizzato da Fondazione Enrica Amiotti, a cui prendono parte i seguenti relatori:

 

Franco Lorenzoni: Ex-maestro, autore, fondatore Casa Cenci

Italo Fiorin: Direttore Scuola Alta Formazione EIS – Università LUMSA, Roma

Marino Gatto: docente di ecologia all’Università statale di Milano

Emilio Padoa-Schioppa: docente di ecologia all’Università Bicocca di Milano

Stefano Molina: Coordinatore SDG4 ASviS, Fondazione Agnelli

Elisabetta Mughini – Responsabile Avanguardie Educative – INDIRE

Maria Grazia Riva – Pro-rettrice Università Milano Bicocca, Presidente CUNSF

Enrico Amiotti – Presidente Fondazione Enrica Amiotti

Giovanni Fattore – Professore di Scienze politiche e sociali, Università Bocconi

*Daniela Lucangeli (in attesa di conferma) – Pro-rettrice Università Padova, Presidente Mind4Children

 

 

Luogo e modalità di erogazione del Percorso formativo: il percorso formativo verrà realizzato dall’ambiente di formazione predisposto nel Movimento delle Piccole Scuole di Indire https://piccolescuole.indire.it/formazione/risorse/

Per quanto riguarda invece il 2^ webinar relativo al percorso formativo all’interno del Convegno di Fondazione Amiotti, questo verrà trasmesso all’interno della Piattaforma Zoom di Fondazione.

 

Chi volesse invece iscriversi e partecipare al Convegno per il Cinquantenario di Fondazione Amiotti, può farlo compilando questo modulo, entro il 30 novembre: https://forms.gle/WjNT6Amh7hQQ3s8y7

 

Destinatari: Insegnanti e Dirigenti Scolastici della Primaria, Secondaria di I grado, educatori, Operatori del settore Beni Culturali, Genitori, Operatori o referenti scuola dei Comuni.

 

Per iscriversi invece all’intero percorso formativo:

Compilare il modulo qui: https://forms.gle/i7Edn7N1Z6Gmk7qF7

Data ultima per iscrizione (24 novembre)

È possibile anche iscriversi sulla Piattaforma Sofia (ID 50617 – ID Edizione 74476), senza inserire nessun voucher – essendo il corso gratuito – sempre entro il 24 novembre.

 

Introduzione

In Italia i territori marginali e isolati, montagne e isole, coprono il 70% dell’estensione nazionale e vedono nella scuola, spesso di piccole o piccolissime dimensioni, l’unico presidio della cultura e della cittadinanza. L’innovazione per una scuola piccola passa attraverso un modello organizzativo multidimensionale che interessa ambienti fisici e virtuali e comprende processi sia formali che informali.

L’innovazione di una piccola scuola richiama un modello organizzativo di scuola di prossimità caratterizzando dialogo tra formale, non formale e ’informale, dall’uso integrato e distribuito di spazi e strutture scolastiche e della cultura presenti in un territorio, un equilibrio tra locale e globale finalizzato, anche attraverso l’uso delle ICT, a fare dell’intero paese uno spazio educativo allargato e di comunità.

 

La finalità della proposta formativa del gruppo di ricerca delle Piccole Scuole di INDIRE è quella di sostenere la scuola (docenti, dirigenti e studenti) in un processo di trasformazione che garantisca un’offerta educativa di qualità, riposizionando la piccola scuola come laboratorio di innovazione durante e dopo il COVID-19. Tale finalità sarà perseguita attraverso gli obiettivi che muoveranno ciascun incontro virtuale.

 

Il percorso formativo Curricolo, Relazioni e Spazi educativi. Idee e pratiche di scuola di prossimità

si struttura infatti in otto (8) incontri via webinar della durata singola di due ore.

Il primo fornirà una visione di insieme del modello di scuola di prossimità, entro cui gradualmente, attraverso i webinar successivi andranno ad inserirsi pratiche didattiche e organizzative che nutrono la dimensione di una scuola che esce sul territorio e di un territorio che entra nella scuola. L’ultimo webnar ha un obiettivo di restituzione ed analisi delle progettazioni consegnate come project work.

La metodologia scelta sarà di tipo laboratoriale prevedendo, quindi, l’alternanza di momenti di lezione frontale a momenti di partecipazione attiva degli utenti che, attraverso i materiali condivisi, saranno messi nella condizione di riflettere, pensare, sedimentare i cambiamenti cui saranno stimolati per arrivare, poi, ad una progettazione finale.

Ad integrazione dei 7 webinar specifici promossi da Piccole Scuola di Indire, la Fondazione Amiotti intende offrire alle scuole un ulteriore webinar derivante dalla partecipazione al Convegno “La scuola nel territorio per costruire benessere e cultura civile” dove tramite interventi brevi, ma mirati si cercherà di fornire tutti gli strumenti necessari per realizzare una comunità educante che coinvolga la scuola, tanto quanto il territorio.

Cosa affronteremo in questi 8 incontri via webinar?

1^ Incontro: Piccola Scuola, Scuola di Prossimità: mappa, concetti e relazioni.

(Data 27 novembre, Ora 16:00-18:00)

Formatori e Ospiti: Giuseppina Cannella, Giuseppina Rita Jose Mangione, Laura Parigi

Articolazione

Attività – prima mezz’ora: presentazione della visione di scuola di prossimità e mappa dei

concetti chiave

Attività- 15 minuti di raccolta feedback (mentimeeter o moodwall)

Attività- seconda mezz’ora: presentazioni di alcuni casi di scuola di prossimità

Attività – 15 minuti di raccolta feedback (mentimeeter o moodwall)

Attività – Condivisione di idee da parte dei partecipanti per l’ attuazione nei loro territori

 

Materiali forniti: video, ppt, articoli

2^ Incontro: Parte integrante del Modulo formativo Curricolo, Relazioni e Spazi educativi. Idee e pratiche di scuola di prossimità, è il seminario realizzato all’interno del Convegno “La scuola nel territorio per costruire benessere e cultura civile” intitolato “Le Comunità Educanti oltre la crisi: Bellezza,  Cittadinanza e Cura”

(data 3 dicembre dalle ore 15:30 alle ore 18:00)

Il Convegno del Cinquantenario di Fondazione Amiotti a cui tutti i docenti sono invitati a partecipare (per iscriversi, compilare questo modulo: https://forms.gle/LtcjzNfp9Dj3aG2PA ) avrà come tema chiave il sistema formativo integrato, in cui – a partire dalla stesura di un patto di comunità – si cercherà di offrire risposte concrete per realizzare una didattica che – nei vincoli delle normative dei DPCM e dell’Autonomia Scolastica – non perda il suo valore pedagogico ed educativo, ma anzi colga degli stimoli di innovazione per “un paese che diventa scuola”. In questo “tempo di cura e di risarcimento”, il bambino torna protagonista, attraverso l’esperienza del tutoring, per educare anche fuori dalle mura scolastiche. Verranno inoltre valorizzate metodologie didattiche innovative come il Service Learning, in grado di riportare al centro concetti come “la cura di sé” e la “cura dell’altro”, ma anche temi di grande attualità come l’Agenda 2030 e i suoi 17 obiettivi per lo sviluppo sostenibile. Particolare valore verrà dato al tema della sostenibilità e dell’Ecologia, entrambi centrali anche nel progetto Jun€co – Economia etica e Sostenibile & Ecologia, promosso da Fondazione Amiotti.

Materiali forniti: video, ppt.

Articolazione

 

15:30

Enrico Amiotti – Presidente Fondazione Amiotti

I punti fermi della mattinata e il programma del pomeriggio

 

15:40

Giovanni Fattore – Vice-Presidente Fondazione Amiotti – Università Bocconi

Il progetto JUN-€CO e i 3 vincitori Bando Giochi Economia etica e sostenibile & Ecologia

 

15.50

Chiara Carletti – Fondazione Amiotti, Presidente Associazione Scuola Oltre

Quale “formazione” per superare la crisi ed educare al cambiamento?

 

16.00

Marino Gatto – CdA Fondazione Amiotti, Docente Ecologia al Politecnico di Milano

Emilio Padoa-Schioppa * – Docente Ecologia – Università Milano Bicocca

Benessere per il Pianeta: le prospettive di insegnamento e apprendimento dell’ecologia nella scuola

 

16:10

Stefano Molina – CdA Fondazione Amiotti, Coordinatore SDG4 ASviS, Fondazione Agnelli

L’agenda 2030: fonte d’ispirazione e contenuti per insegnare l’Educazione Civica

 

16:20

Elisabetta Mughini * – Responsabile Avanguardie Educative – INDIRE

Prendersi cura dell’altro e prendersi cura della scuola: l’esperienza del tutoring

 

16.30

Maria Grazia Riva * – Pro-rettrice Università Milano Bicocca, Presidente CUNSF

Formazione degli insegnanti: condizione per una scuola di qualità  e insegnanti consapevoli della loro intenzionalità  educativa.

16.40 Risposte alle domande/sollecitazioni dei partecipanti online
 

17.00

Italo Fiorin * – Presidente Scuola Alta Formazione EIS – Università LUMSA

Apprendere è Cambiare: la proposta del Service Learning

 

17.10

Franco Lorenzoni * – Ex-maestro, autore, fondatore Casa Cenci

Il tempo della cura e del risarcimento

 

17.20

Daniela Lucangeli  – Pro-rettrice Università Padova, Presidente Mind4Children

Le Emozioni si contagiano?

17.30 Amiotti, Fiorin, Fonzo, Lamborghini, Lorenzoni, Lucangeli

Tavola rotonda: Idee e passi per un rinascimento delle Comunità in Italia

18.00 I prossimi appuntamenti (seminari brevi, corsi, partenariati internazionali)

3^ Incontro: OUTDOOR DA MICRO A MACRO: dal paese all’Europa. Apprendere fuori dall’aula con il

digitale

(15 dicembre, Ora 16:00-18:00)

Formatori e Ospiti: Giuseppina Cannella, Stefania Chipa, Vittoria Volterrani

 

Articolazione

Attività – prima mezz’ora: presentazione dell’approccio didattico organizzativo

Attività – 15 minuti di raccolta feedback (meentimeter o swot analisy)

Attività – seconda mezz’ora: genesi di unità didattica, condivisione e spiegazione

Attività – 15 minuti di raccolta feedback (meentimeter o perfezionamento swot analisy)

Attività – terza mezz’ora- Le integrazioni con il digitale per una DDI o DAD

Materiali forniti: video, ppt

4^ Incontro: Biblioteca diffusa integrata con il digitale

(Data 20 Gennaio, Ora 16:00-18.00)

 

Formatori e Ospiti: Giuseppina Rita Jose Mangione, Michelle Pieri, Ilaria Manfredi, Vittoria Volterrani

Articolazione

Attività – prima mezz’ora: presentazione dell’approccio didattico organizzativo

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o swot analisy)

Attività – seconda mezz’ora: genesi di unità didattica, condivisione e spiegazione

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o perfezionamento swot analisy)

Attività – terza mezz’ora- Le integrazioni con il digitale per una DDI o DAD

 

Materiali forniti: video, ppt

5^ Incontro: Il Museo come aula laboratoriale della piccola scuola

(Data 25 febbraio ore 16.00- 18:00)

Formatori e Ospiti: Maeca Garzia, Francesca De Santis, Marzio Cresci, Novella Lensi

Articolazione

Attività – prima mezz’ora: presentazione dell’approccio didattico organizzativo

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o swot analisy)

Attività – seconda mezz’ora: genesi di unità didattica, condivisione e spiegazione

Attività – 15 minuti – feedback (meenti meter o perfezionamento swot analisy)

Attività – terza mezz’ora- Le integrazioni con il digitale per una DDI o DAD

 

Materiali forniti: video, ppt,

6^ Incontro: Una Web Radio per una comunità che si fa scuola

(Data 24 Marzo 2021, Ora 16:00-18:00)

 

Formatori e Ospiti: Rudi Bartolini, Alessandra Anichini, Maurizio Salucci, Luisa Milo

 

Articolazione

Attività – prima mezz’ora: presentazione dell’approccio didattico organizzativo

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o swot analisy)

Attività – seconda mezz’ora: L’esperienza della webradio: ideazione e realizzazione

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o perfezionamento swot analisy)

Attività – terza mezz’ora- Il digitale come ponte fra scuola, comunità e territorio.

 

Materiali forniti: video, ppt, documenti di progettazione

7^ Incontro: Valutazione partecipata: l’alleanza scuola – famiglia

(Data 7 Aprile 2021, Ora 16:00-18:00)

Formatori e Ospiti: Laura Parigi, Emanuela Gherardini, Giulia Gabellini, e Massimo Belardinelli

 

Articolazione

Attività – prima mezz’ora: presentazione dell’approccio didattico organizzativo

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o swot analisy)

Attività – seconda mezz’ora: genesi di unità didattica, condivisione e spiegazione

Attività – 15 minuti – feedback (meentimeter o perfezionamento swot analisy)

Attività – terza mezz’ora- Le integrazioni con il digitale per una DDI o DAD

Materiali forniti: video, ppt.

 

8^ Incontro: Restituzione e discussione dei project work

(Data 12 maggio 2021, Ora 16:00-18:00)

Si prevede un evento di restituzione finale (webinar) volto a condividere e commentare i project work pervenuti al fine di condividere le progettazioni di scuola di prossimità costruite dai corsisti.

Contenuti del corso

Le esperienze raccontate attraverso gli attori della scuola e della ricerca permetto di far comprendere nuovi modi di fare un’educazione di qualità. Emerge una scuola delle relazioni, “porose e reticolari”, con il territorio e che possono dar vita a esperienze autentiche e di apprendimento significativo.

Il percorso mette l’accento sulle differenti relazioni tra scuole, associazioni dei genitori, amministrazione locale ed enti culturali del territorio, che richiamano nuove articolazioni degli spazi e dei tempi, tra reale e virtuale, avvicinando scuola ed extra-scuola per lo svolgimento delle attività didattiche e integrative alla didattica.

Il percorso presenta differenti forme di scuola aperta e di prossimità a seconda di come ogni singola realtà si sia posizionata sull’asse dentro-fuori la scuola e sull’asse analogico-digitale. Il laboratorio Museo, così come la Web Radio, o la Biblioteca diffusa rappresentano media pieni contenuti in grado di sostenere lo sviluppo di competenze disciplinari, mediali, digitali e di cittadinanza. Un produttivo aggancio al territorio come sottolineato anche dall’esperienza Outdoor dal Macro al Micro restituisce una innovazione della scuola intesa non solo come motivo di crescita curricolare per gli studenti, ma anche una piena opportunità di crescita culturale per l’intera comunità e che fa tesoro della partecipazione attiva della famiglia nella didattica per l’individuazione di un percorso educativo comune casa-scuola.

Obiettivi

  • Mettere i formandi nella condizione di progettare e realizzare UdA disciplinari o pluridisciplinari in ambienti di apprendimento destrutturati fra spazi interni ed esterni della scuola.
  • Mettere i formandi nella condizione di progettare e realizzare UdA disciplinari o pluridisciplinari anche in condizione di DAD o DDI.
  • Mettere i formandi nella condizione di progettare e realizzare la pratica didattica dell’Outdoor Learning.
  • Favorire la diffusione della didattica a distanza e delle metodologie didattiche inclusive.
  • Favorire la riflessione sull’utilizzo dei linguaggi multimediali e delle tecnologie digitali per innovare il curricolo e la connessione scuola-territorio.
  • Favorire l’individuazione di principi progettuali e organizzativi per un inserimento consapevole del digitale nei percorsi formativi della scuola.
  • Favorire la riflessione sui “terzi spazi” (Biblioteca e Museo) come aule estese e laboratoriali alla base di un sistema formativo integrato.

Finalità:

Il corso ha come finalità generale quello di promuovere l’innovazione della piccola scuola attraverso la disseminazione di pratiche didattiche e organizzative virtuose rappresentative di una idea di scuola di prossimità, portata avanti dalle istituzioni scolastiche afferenti al Movimento delle Piccole Scuole di Indire.

Attestato: Il Corso rilascia a tutti i corsisti l’attestato di partecipazione del MIUR essendo Fondazione Enrica Amiotti, ente accreditato per la formazione dei docenti ai sensi della D. M. 170/2016 per complessive 25 ore. L’attestato sarà rilasciato congiuntamente con INDIRE

N° di ore di corso:

22 h in totale. L’unità formativa è così composta:

  • 14 h di webinar sincrono (8 webinar da 2h circa ciascuno)
  • 11 h di approfondimento e progettazione (project work). I formatori metteranno a disposizione materiali e riferimenti bibliografici funzionali alla realizzazione dell’elaborato.

PREZZO: gratuito

Reviews

There are no reviews yet.

Be the first to review “Curricolo, Relazioni e Spazi educativi. Idee e pratiche di scuola di prossimità”

Your email address will not be published. Required fields are marked *